Domenica 27 Settembre 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Detenuti al lavoro: capo Dap, via maestra per recupero PDF Stampa
Condividi

ansa.it, 12 gennaio 2020


Operativo nuovo Ufficio centrale, modello esportato all'estero. Il lavoro in carcere costituisce "la via maestra" per il recupero e il reinserimento sociale dei detenuti. Ne è convinto il capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, Francesco Basentini, che di recente, d'intesa con il ministro della giustizia Alfonso Bonafede, ha costituito e reso operativa presso il Dap una nuova unità, l'Ufficio centrale per il lavoro dei detenuti.

"Si tratta - spiega Basentini - di una struttura pensata per coordinare in modo strutturale i servizi già avviati, che coinvolgono migliaia di reclusi, e allargare il programma volto al reinserimento socio-lavorativo dei soggetti in espiazione di pena. Il Dap, con l'indispensabile collaborazione della magistratura di sorveglianza, si è messo in gioco al di là dei protocolli - dice Basentini - e dalle singole convenzioni si è passati a un'architettura di sistema, perché siamo convinti che per i detenuti non ci possa essere una reale prospettiva di recupero senza il lavoro".

Il modello è ritenuto attraente anche all'estero, "tanto che - conclude il capo del Dap - il delegato messicano alle Nazioni Unite ha voluto mutuarlo in patria attuando un organico programma di cooperazione tra Italia e Messico nell'area del reinserimento sociale per le persone private della libertà".

 

 

 

 

02


01


07


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it