Bologna. Torna la radio nel carcere della Dozza Stampa

di Elisa Grossi

 

Corriere di Bologna, 14 gennaio 2021

 

Torna la voce che porta cultura, spiritualità e intrattenimento nel carcere della Dozza. Dopo una fase sperimentale tra aprile e ottobre 2020 e un'edizione speciale natalizia, la trasmissione radiotelevisiva "Liberi dentro-Eduradio" entra a pieno titolo nel programma educativo e didattico dell'istituto. Il progetto è nato durante il lockdown per mantenere una vicinanza ai detenuti quando, a causa della pandemia, si sono dovute sospendere tutte le attività educative e didattiche che animano l'istituto in via del Gomito. Ora il programma viene rilanciato con il sostegno del Comune e di Asp (Azienda pubblica di servizi alla persona). A partire dalla settimana prossima, tutti i giorni da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 9.30 sulle frequenze di Radio Città Fujiko 103.1 Fm e poi dalle 10.30 alle 11 sul canale 636 Teletricolore, riprenderà il filo diretto con i detenuti grazie alla trasmissione "Buongiorno da Liberi dentro Eduradio".

Da febbraio saranno coperti anche il fine settimana e altre fasce orarie con rubriche e approfondimenti curati dall'ampia rete di partner del progetto. Il palinsesto prevede lezioni scolastiche, rubriche culturali, messaggi spirituali, consigli di lettura e ascolto dal mondo del volontariato, musica e teatro. Alla conduzione c'è sempre Caterina Bombarda, affiancata da Frate Ignazio De Francesco. Nella squadra dei relatori ci sono insegnanti, volontari, il cappellano della Dozza Padre Marcello Matté e i Garanti dei detenuti.