Veneto. "Contagio nelle carceri, la Regione intervenga" Stampa

venetonews.it, 19 aprile 2020


"La Regione deve subito organizzarsi per consentire uno screening completo nelle carceri del Veneto". A chiederlo, sono i Consiglieri regionali del coordinamento Veneto 2020 Piero Ruzzante (Liberi e Uguali), Patrizia Bartelle (Italia in Comune) e Cristina Guarda (Civica per il Veneto) che nella mattinata di oggi hanno depositato un'interrogazione urgente con la quale chiedono alla Giunta regionale "di intervenire rispetto al contagio da coronavirus che si sta diffondendo nelle carceri, avviando interventi a garanzia della salute dei detenuti e degli agenti di polizia penitenziaria".

"Il clima all'interno delle carceri del Veneto - sottolineano i tre Consiglieri - è sempre più teso mano a mano che si diffonde il contagio di Covid-19; il virus viene aiutato dal sovraffollamento cronico delle strutture penitenziarie. Il dato più preoccupante arriva da Verona, dove 17 agenti di polizia penitenziaria e 25 detenuti sono risultati positivi al tampone. Il sindacato di polizia penitenziaria ha denunciato addirittura inviti verbali a non utilizzare le mascherine per non spaventare i detenuti". "Così si rischia una strage - concludono Ruzzante, Bartelle e Guarda - la salute dei detenuti e delle guardie penitenziarie va messa al primo posto: la Regione attivi subito tutti gli strumenti necessari per garantire la tutela della salute dei carcerati e degli agenti".