Mercoledì 08 Dicembre 2021
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Trani. Progetto "Senza sbarre": i taralli "a mano libera" al Parlamento Ue PDF Stampa
Condividi

di Sabina Leonetti


Avvenire, 14 aprile 2021

 

Tradizionali al finocchio o quelli più innovativi al pomodoro secco e al vino Nero di Troia. Sono i taralli pugliesi " a mano libera", fatti a mano grazie ai tutor del tarallificio Tesori d'Apulia di Trani, da undici ragazzi detenuti ed ex detenuti di alcune carceri italiane coinvolti nel progetto "Senza sbarre" della Diocesi di Andria, progetto pilota di Carcere Caritas Italiana, realizzato dall'associazione Amici di San Vittore Onlus di Andria, per offrire programmi alternativi alla detenzione.

In occasione della 92esima sessione internazionale del Parlamento Europeo dei Giovani, tra il 23 aprile e il 1 maggio, circa 230 giovani provenienti da tutta Europa infatti si riuniranno online per discutere di tematiche legate alla sostenibilità e ai Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite. "Considerando l'interesse verso la solidarietà sociale del progetto "Senza sbarre" - spiegano dalla segreteria del comitato organizzativo dell'evento - abbiamo acquistato 230 pacchi di taralli, che verranno inviati via posta a tutti i partecipanti in giro per l'Europa, ben lieti di discutere una potenziale partnership tra la realtà pugliese e la Sessione Internazionale".

"Senza sbarre" è uno dei vincitori di "Orizzonti Solidali", il bando di concorso promosso dalla Fondazione Megamark di Trani. Nella masseria fortificata San Vittore, sorge il casale contadino trasformato in laboratorio tecnico agricolo e messo a disposizione dell'associazione dove i ragazzi hanno potuto apprendere l'arte della preparazione artigianale dei taralli e avviare la produzione e il confezionamento dei prodotti in vendita nella distribuzione alimentare Dok, Famila, A&O e Iperfamila.

Don Riccardo Agresti e Don Vincenzo Giannelli, responsabili delprogetto insistono nel sottolineare l'utilità e la sostenibilità di misure alternative al carcere. "Si pone come mediazione per rivedere il danno. "A mano libera" è il simbolo del cambiamento, di quella seconda possibilità che questi ragazzi meritano di avere". "Questi taralli - conclude Francesco Pomarico, direttore operativo Gruppo Megamark - rappresentato un'opportunità per tutti: un segno di speranza per i ragazzi che li producono e un gesto di amore e di solidarietà per i clienti che li acquistano".

 

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it