Domenica 05 Dicembre 2021
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Venezia. Detenute e agenti con la febbre. Osapp: "Sono stati ignorati i protocolli previsti" PDF Stampa
Condividi

Il Gazzettino, 15 marzo 2021


C'è preoccupazione nel carcere femminile della Giudecca per i numerosi casi di positività al Covid riscontrati in 17 agenti di polizia penitenziaria e 2 detenute. A sollevare il caso è il segretario provinciale dell'Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria (Osapp, Carmine Napolitano, il quale ha scritto alla direttrice, Immacolata Mannarella e al Provveditore regionale, Maria Milani, lamentando la mancata attivazione dei protocolli previsti: nonostante alcune delle agenti presenti forti stati febbrili, nessuna di loro sarebbe stata sottoposta a tampone né a visita medica.

"Ancora più grave il fatto che non sia stato emesso alcun provvedimento formale riguardo lo stato di quarantena, anzi, pare sia stato riferito alle interessate che dovranno arrangiarsi con mezzi propri, in pratica abbandonate al proprio destino". Le agenti in quarantena sarebbero state obbligate, tra l'altro, ad usufruire del congedo ordinario. "Cosa che riteniamo assolutamente incomprensibile", prosegue Napolitano, il quale lamenta infine che il comandante di reparto avrebbe intimato alle poliziotte (residenti in altre regioni e accasermate all'interno del carcere) di nominare un medico di base temporaneo a Venezia, avvisandole di possibili conseguenze disciplinari: "Mi auguro si tratti solo di un equivoco - scrive il segretario Osapp. Non vi è alcuna norma che obblighi la scelta del medico di base in relazione a dove si lavora".

All'interno del carcere femminile della Giudecca sono otto i tamponi finora risultati positivi: 17 agenti e 2 detenute. Sono state avviate le procedure di vaccinazione, iniziando dalle detenute. Anche nel carcere maschile di Santa Maria Maggiore è iniziato l'iter per vaccinare tutto il personale e i detenuti in modo da garantire la massima sicurezza.

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it