Venerdì 28 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Ferrara. Detenuti picchiati, agenti in aula PDF Stampa
Condividi

di Cristina Rufini


Il Resto del Carlino, 29 gennaio 2021

 

Si è aperto ieri mattina, con l'udienza filtro, il processo a carico di un ispettore di Polizia penitenziaria al tempo dei fatti e dell'allora collega Sovrintendente della stessa Penitenziaria. I fatti che vengono loro contestati sarebbero accaduti tra la fine del 2016 e giungo 2017 nei confronti di un detenuto nel carcere di via Arginone.

Secondo le contestazioni che sono mosse dal pubblico ministero Isabella Cavallari, i due in concorso sono accusati di aver percosso e minacciato un detenuto, in modo tale da indurlo a raccontare fatti relativi ad altri carcerati "il tutto aggravato dall'odio razziale", secondo la tesi sostenuta dal pm Cavallari. Sempre in concorso abusavano del loro potere di controllo sui detenuti con eccessive 'misure di rigore reiteratè, che comprendevano anche le percosse.

La stessa accusa che viene mossa, questa volta al solo ispettore della Penitenziaria, nei confronti di un altro detenuto, sempre per riuscire a fargli raccontare fatti che riguardassero altri carcerati. Ispettore che è anche accusato di avere danneggiato, in concorso con un detenuto che è poi deceduto, il vetro che si trovava a protezione del televisore installato nella cella.

All'Ispettore, in questo particolare episodio, viene imputato il concorso morale, "avendo istigato il detenuto, a compiere il danneggiamento". Ieri si è aperto il processo davanti al Tribunale in composizione collegiale, con fissazione della prossima udienza al 24 marzo. Entrambi sono assistiti dall'avvocato Denis Lovison.

 

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it