Mercoledì 28 Ottobre 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Ragazzi dentro sognano il "Mare fuori" PDF Stampa
Condividi

sorrisi.com, 15 settembre 2020


La sigla "Ipm" sta per "Istituto Penale Minorile". Dietro questa sigla e dietro quelle sbarre ci sono ragazzi che hanno commesso errori, hanno ucciso, rubato, truffato. E adulti che cercano di punirli, aiutarli o redimerli. Una realtà complessa, come quella che descrive la nuova serie tv "Mare fuori", su Raidue dal 23 settembre per sei serate.

Coprodotta da Rai Fiction e Picomedia, si snoda di puntata in puntata raccontando "cosa succede quando finisci in carcere e c'è qualcuno che si occupa di restituirti uno sguardo positivo sulla vita, di darti un'alternativa" spiega Cristiana Farina, ideatrice e poi autrice (con Maurizio Careddu) del soggetto della serie. "La nostra storia parla dei ragazzi di un Istituto penale e fondamentalmente di come cerchino di trovare una strada per comunicare con gli adulti, un contatto profondo che non sia solo autorevolezza e autorità.

A volte, per fortuna, ci riescono". Da una parte, quindi, c'è il mondo degli adulti. Questo fa capo alla direttrice del carcere (l'attrice Carolina Crescentini), rigida e dura almeno all'inizio, quando arriva a Napoli, dove la serie è ambientata, con un passato pesante sulle spalle. Dall'altra c'è il mondo dei ragazzi: il giovane di buona famiglia (Nicolas Maupas), il camorrista pentito (Massimiliano Caiazzo), il piccolo boss (Giacomo Giorgio), lo spacciatore spavaldo (Matteo Paolillo), la rom truffaldina (Valentina Romani) e la fredda assassina (Serena De Ferrari).

"Mi ha sempre colpito l'idea di vedere dei giovani dietro le sbarre nell'età più virulenta e potente" ammette Cristiana Farina. "La direttrice del carcere è un personaggio più drammatico e cerebrale, una donna con un bagaglio di sofferenze non risolte: serve a rendere la storia più universale". L'universale della serie è, non da ultimo, dato dal protagonista del titolo, ossia dal mare: "Quando stai lì dentro quello che vedi è il mare, quello che desideri è la libertà. Il mare ce l'hai a venti metri, ma non lo puoi raggiungere".

Mare fuori - Raidue da mercoledì 23 ore 21.20.

 

 

 

 

04


03


02


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it