Domenica 27 Settembre 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Renzi: "Basentini? La sua nomina al Dap grazie all'inchiesta Tempa Rossa" PDF Stampa
Condividi

askanews.it, 8 giugno 2020


"La cosa sconvolgente è il fatto che sia stato nominato Basentini al Dap e che Bonafede ci abbia messo troppo per cacciarlo". Così Matteo Renzi, a Non è l'Arena, su La7. Per Renzi "adesso qualcuno dovrebbe farsi delle domande su quella vicenda di Tempa Rossa".

"Il vero merito di Basentini agli occhi di quella maggioranza era stata aver fatto un'inchiesta assurda, un'inchiesta fuffa, sulla vicenda Tempa Rossa, una procura che ha interrogato metà del governo di allora, grandissimo dispiego di forze, interrogatori nella sede dei ministeri", ha proseguito Renzi.

"Quella indagine non è arrivata a nulla, neanche in fase di indagine e cosa ha prodotto? Ha prodotto le dimissioni della bravissima ministra Guidi, ha prodotto la diffusione illegittima tanto per cambiare di intercettazioni private che non c'entravano niente, e ha prodotto un danno di immagine ma nel caso del dottor Basentini evidentemente è stata sufficiente per essere indicato come il capo del Dap, un luogo strategico" e "che non sia stato in grado il dottor Basentini di gestire il Dap è sotto gli occhi di tutti. Non ci sono stati solo boss scarcerati" ma anche delle "rivolte" nelle carceri in cui "sono morti 13 detenuti". Ora, ha concluso, "sarebbe ora il caso di capire di più su quella indagine".

 

 

 

 

02


01


07


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it