Mercoledì 30 Settembre 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Liguria. Entro tre mesi sarà istituito il Garante dei detenuti PDF Stampa
Condividi

Il Secolo XIX, 27 maggio 2020


Il voto spacca la maggioranza in Regione. La proposta di legge approvata dal Consiglio regionale ha ottenuto 21 voti a favore. Per la prima volta dalla sua istituzione la Regione Liguria entro tre mesi da oggi avrà un garante esclusivo dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, come i detenuti, gli stranieri nei centri di prima accoglienza o le persone sottoposte a Tso (Trattamento Sanitario Obbligatorio).

La proposta di legge approvata dal Consiglio regionale ha spaccato la maggioranza: 21 i voti a favore, l'intero centrosinistra, M5S, il Buonsenso e il centrodestra esclusa la Lega, che ha espresso i 7 voti contro. "In carcere bisogna andarci, lì dentro deve esserci il diritto, chi garantisce i diritti non sbaglia mai", interviene il capogruppo di Cambiamo! Angelo Vaccarezza.

"Il nostro Paese ha cassetti pieni di diritti, ma bisogna anche fare - interviene il consigliere della Lega Paolo Ardenti - Il carcere in cui si trovano i detenuti oggi probabilmente sarà lo stesso in cui si troveranno fra dieci anni, del carcere nuovo di Savona se ne parla da vent'anni, sono quarant'anni che non si fa".

Il garante durerà in carica cinque anni e non sarà rieleggibile. Sarà eletto dall'assemblea legislativa ligure a scrutinio segreto a maggioranza dei due terzi dei consiglieri. Gli spetterà un'indennità di funzione pari al 40 per cento dell'indennità mensile lorda spettante ai consiglieri regionali, nonché i rimborsi spese e trattamenti di missione previsti per i dirigenti della Regione.

 

 

 

 

02


01


07


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it