Giovedì 01 Ottobre 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Iran. Difensora dei diritti umani resta in carcere in condizioni di salute critiche PDF Stampa
Condividi

di Riccardo Noury


Corriere della Sera, 27 aprile 2020

 

Narges Mohammadi, coraggiosa difensora dei diritti umani in Iran, è in condizioni di salute critiche: ha un coagulo di sangue nei polmoni e, dopo ripetuti periodi di prigionia, ha sviluppato disturbi neurologici che le provocano convulsioni e paralisi parziali temporanee. Nel 2016 è stata condannata a 16 anni di carcere per aver diretto una campagna per l'abolizione della pena di morte e aver denunciato un'ondata di attacchi con l'acido contro le donne.

Per ridurre il rischio di contagi da Covid-19 nei centri di detenzione del paese, le autorità iraniane hanno rilasciato decine di migliaia di detenuti tra cui anche alcuni difensori dei diritti umani e prigionieri di coscienza. Narges Mohammadi ha bisogno di uscire dal carcere al più presto. Amnesty International ha lanciato un appello in suo favore.

 

 

 

 

02


01


07


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it