Mercoledì 21 Aprile 2021
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Minori. Filomena Albano: "I Servizi non rispettano gli standard minimi" PDF Stampa
Condividi

di Simona Musco


Il Dubbio, 20 novembre 2019

 

la Garante di infanzia e adolescenza: "Il mondo di oggi non è lo stesso di 30 anni fa e ciò comporta nuovi bisogni, nuove esigenze e nuove vulnerabilità e, quindi, nuovi diritti dei bambini". Lo ha sottolineato con forza Filomena Albano, Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza aprendo il convegno "Nuove sfide per l'infanzia e l'adolescenza a 30 anni dalla Convenzione Onu". Anniversario che si celebra oggi, 20 novembre.

Trent'anni dopo la rivoluzione della Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, è il momento di un "Child Act", che metta insieme tutti gli interventi necessari per rendere i diritti dei minori davvero diritti "in crescita". Un atto formale che stabilisca i livelli essenziali delle prestazioni, il rispetto della forma del giusto processo, con la presenza di un avvocato dei minori, e un welfare per l'infanzia, in grado di combattere la denatalità e l'emergenza educativa.

Al netto delle polemiche a volte sterili e, soprattutto, disinformate sui presunti "sistemi", come quello Bibbiano, che, dicono gli esperti, "non esiste". Spunti che sono venuti fuori dai tavoli di lavoro organizzati dal Garante nazionale per l'infanzia e l'adolescenza, Filomena Albano, in occasione dei 30 anni della Convenzione, firmata il 20 novembre del 1989. Ma il mondo di oggi non è lo stesso di 30 anni fa e ciò comporta nuovi bisogni, nuove esigenze e nuove vulnerabilità e, quindi, nuovi diritti. "Tra essi ricordo il diritto dei bambini a non essere lasciati soli, a non dover assistere a discussioni o litigi tra genitori, a coltivare i propri sogni e a realizzarli, a utilizzare in modo consapevole e sicuro i nuovi media digitali", ha sottolineato Albano. Diritti in crescita, dunque, ovvero da interpretare in chiave evolutiva, partendo dal concetto base della prevalenza del superiore interesse del minore.

"Oggi i servizi all'infanzia e all'adolescenza non rispettano standard minimi uguali per tutti", ha spiegato Albano, che ha proposto quattro livelli essenziali delle prestazioni: mense scolastiche per tutti i bambini delle scuole dell'infanzia, posti di nido autorizzati per almeno il 33% dei bambini fino a 36 mesi, spazi-gioco inclusivi per i bambini da zero a 14 anni e una banca dati sulla disabilità dei minorenni. "Dobbiamo garantire che i diritti siano realizzati per tutti, non uno di meno".

La rivoluzione epocale segnata dalla Convenzione, ha sottolineato Licia Ronzulli, presidente della Commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza, è quella di aver reso i bambini soggetti di diritti e non più oggetti di tutela. Ma le norme, in Italia, sono ancora carenti. Ed è dimostrato dalla fotografia dell'Istat, secondo cui 1,26 milioni di bambini vivono in povertà assoluta, in termini di mezzi di sostentamento ma anche di povertà educativa.

E la soluzione è "un vero welfare per l'infanzia", ha sottolineato. A sottolineare l'esigenza di considerare il sistema infanzia come unico e integrato al sistema economico è stato il presidente del Consiglio nazionale forense, Andrea Mascherin. Che ha ricordato come non esistano riserve di competenza all'interno del mondo dell'infanzia.

"Il processo minorile ha bisogno di interventi modificativi - ha sottolineato. Un sistema che vede un soggetto di diritti, il minore, al centro del processo, con la garanzia di una voce autonoma e indipendente: il difensore del minore. Questo manca in maniera chiara". L'avvocato del minore, ha spiegato Mascherin, garantisce infatti soggettività, autonomia e indipendenza di difesa. E "serve un procedimento che più si avvicini alle regole del contraddittorio e del giusto processo", ha aggiunto.

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it