Mercoledì 26 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Ragusa: centinaia di libri donati dall’Assemblea regionale siciliana alla Casa circondariale PDF Stampa
Condividi
La Sicilia, 25 maggio 2010

Con “Biblioteca 2010” la Biblioteca dell’Assemblea regionale siciliana ha varato, in occasione della “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”, un programma di iniziative varie per aprire sempre più al territorio la conoscenza e la fruizione dei propri “tesori”. Le iniziative sono state volute dal dirigente della Biblioteca Eugenio Consoli e dai deputati componenti della Commissione di vigilanza per la Biblioteca on. Innocenzo Leontini, on. Nino Bosco e on. Pino Apprendi. Il primo è un evento di carattere sociale multietnico e multiculturale.
Avrà luogo infatti la consegna di centinaia di volumi, parte dei quali in arabo, donati dalla Biblioteca dell’Ars ai detenuti siciliani delle case circondariali di Palermo, Agrigento e Ragusa, per poter avviare un percorso di rivalutazione della lettura a favore dei detenuti, invitandoli a trovare tramite i libri e all’interno di queste istituzioni, nuove occasioni di confronto e di socializzazione.
La consegna dei testi al Direttore del Carcere di Ragusa, Santo Mortillaro, è stata effettuata dall’on. Innocenzo Leontini, accompagnato dall’Assessore ai Servizi Sociali Piero Mandarà, oggi lunedì 24 Maggio nei locali della casa circondariale.
Mortillaro, che ha accolto l’On. Leontini in compagnia dell’educatrice dott.ssa Stella, ha manifestato grande entusiasmo per l’iniziativa e si è soffermato con il Capogruppo del PdL all’Ars sottoponendogli le diverse problematiche che giornalmente la direzione della casa circondariale è costretta ad affrontare in un periodo di limitazione di risorse che coinvolge l’amministrazione pubblica.
L’on. Leontini ha manifestato, dal canto suo, ampia disponibilità nella risoluzione di alcune pressanti problemi ed il suo impegno nel portare avanti prossimamente alcune iniziative che verranno realizzate di concerto con l’Assessorato provinciale ai servizi sociali a favore dei detenuti.
Secondo quanto dichiara Leontini relativamente alla donazione dei testi “dotare o arricchire le carceri di un rilevante numero di libri, significa creare molteplici opportunità e iniziative al loro interno, quali per esempio, l’organizzazione di laboratori di lettura per favorire un dialogo costruttivo, fra i detenuti, che hanno letto il medesimo libro, in maniera tale da poter offrire loro la possibilità di confrontare emozioni, curiosità, critiche suscitate dal libro, creando rinnovate occasioni di riflessioni personali che possano aiutare i detenuti nel loro cammino di riabilitazione. La consegna dei volumi in arabo” ha concluso Il Capogruppo del Pdl all’Ars “riflette poi la volontà di consolidare e migliorare il processo di integrazione degli extracomunitari consentendo loro di mantenere vivo il rapporto con la propria cultura e identità”.
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it