Domenica 08 Dicembre 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

 

 

Egitto. 15 anni di carcere per un leader della rivolta del 2011 PDF Stampa E-mail
Condividi

askanews.it, 10 gennaio 2019

 

Un tribunale penale del Cairo ha condannato oggi a 15 anni di reclusione una nota figura della rivolta egiziana del 2011. Ahmed Douma, questo è il suo nome, è già rinchiuso in carcere dopo aver subito nel 2015 una condanna all'ergastolo poi ridotta a 15 anni di prigione. Lo ha detto una fonte giudiziaria. In carcere dal 2013, Douma è stato accusato di coinvolgimento nella violenza scoppiata sulla scia della rivolta popolare, sfociata con la caduta del presidente Hosni Mubarak durante la cosiddetta primavera araba. Douma, è stato condannato per "raccolta, possesso di coltelli e attacco con Molotov contro membri delle forze armate e di polizia", come ha detto la fonte giudiziaria.

I giudici lo hanno anche accusato di aver vandalizzato edifici pubblici, compresa la sede del Consiglio dei ministri. Nel 2015, durante un primo processo, era stato condannato all'ergastolo per 25 anni. Ma nell'ottobre 2017, la Corte di Cassazione egiziana ordinò un nuovo processo. Alla fine Douma venne condannato a "15 anni di carcere e sei milioni di sterline (290.000 euro) di multa", ha detto la stessa fonte.

 

 

 

 

 


Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it