Giovedì 20 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Cuba: l’arcivescovo dell’Avana annuncia liberazione 11 detenuti politici PDF Stampa
Condividi

Apcom, 30 novembre 2010

 

Cuba libererà altri undici prigionieri politici e rispetterà al contempo la sua promessa di rilasciare 52 dissidenti arrestati nel 2003. Lo ha annunciato a Madrid l’arcivescovo dell’Avana, Jaime Ortega. Il cardinale ha precisato che gli undici saranno autorizzati a restare a Cuba, ma che almeno uno di loro potrebbe raggiungere gli Stati Uniti. Monsignor Ortega, che non ha detto quando ci sarà la liberazione, ha rilasciato questa affermazioni dopo una riunione con quindici ex prigionieri cubani che risiedono ormai in Spagna. Uno di questi ex prigionieri, Juan Carlos Herrera, ha dichiarato che l’arcivescovo dell’Avana ha annunciato loro che gli undici saranno liberati il 25 dicembre, ma la notizia non è stata confermata.
A luglio, il governo cubano si è impegnato a liberare 52 dissidenti arrestati nel 2003. Le liberazioni dovevano avvenire entro l’8 novembre, ma la scadenza irrevocabile è stata superata. I 52 facevano parte del “gruppo dei 75”, dissidenti arrestati nel marzo 2003 in occasione dell’ultima grande ondata di repressione contro l’opposizione al regime castrista e condannati a lunghe pene detentive. La maggior parte dei 41 dissidenti già liberati è già giunta in Spagna. L’accordo di liberazione era stato negoziato dalla Chiesa cattolica con l’aiuto della Spagna.

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it