Giovedì 20 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Giustizia: Renato Curcio; il regime di 41-bis pensato con stessa razionalità dei lager PDF Stampa
Condividi
Ansa, 22 ottobre 2010

“Il 41 bis è un istituto pensato razionalmente, con una razionalità straordinaria, come lo erano i campi di concentramento”. Lo ha detto Renato Curcio, direttore editoriale della cooperativa Sensibili alle Foglie, e fondatore delle Brigate Rosse, in un convegno sulla tortura nelle carceri italiane, organizzato dalla Federazione della Sinistra - Verdi.
“Vincolando un tipo di carcerazione alla collaborazione con un magistrato - ha proseguito - dicendo che si esce di lì solo se si collabora, allora noi valutiamo la razionalità o meno di quell’istituto sulla base dei risultati: e visto che il 25% almeno delle persone che finiscono lì alla fine collabora, possiamo dire che quella istituzione è razionalissima, soddisfa le esigenze per cui è stata messa in piedi”. Secondo Curcio “ci deve preoccupare il fatto che oggi si chieda a qualcuno, nell’indifferenza generale, anche delle organizzazioni cattoliche e di sinistra, che si chieda a qualcuno di collaborare per uscire da una situazione di detenzione. Questo non ha nulla a che vedere con l’idea di pena, siamo proprio su un altro pianeta. C’è qualcuno che ha ucciso, rubato, saccheggiato e che viene punito in base al codice per ciò che ha fatto; qui c’è qualcuno che indipendentemente da ciò che ha fatto, per l’etichetta che ha sulla testa, viene messo in una istituzione particolare in cui gli viene detto ora per uscire di qui collabori. Questa è la tortura”. Per la situazione globale delle carceri italiane, ha detto Curcio, “non stiamo parlando di tortura, stiamo parlando di un’istituzione omicida per vocazione, che brutalizza le persone che ci sono dentro, né più né meno dei lavoratori precari, o dei lavoratori buttati fuori dal mondo del lavoro da un giorno all’altro”.
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it