Giovedì 20 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Lettere: il Prap della Campania presenta un progetto per l’e-learning in carcere PDF Stampa
Condividi
di Vincenzo Di Gerardo

Ristretti Orizzonti, 18 ottobre 2010

Il Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria della Campania - nell’ambito del suo programma di attività finalizzate ad adeguare la formazione dei ristretti italiani agli standard europei - ha proposto in questi giorni alla Cassa delle Ammende del Ministero della Giustizia la possibilità di finanziamento del progetto “E-learning in carcere”, un corso online per il conseguimento del “Diploma di Liceo Scientifico - opzione Scienze Applicate”.
L’iniziativa è scaturita dall’esperienza internazionale maturata dal gruppo di studio e ricerca composto dalla dott.ssa Michelina Cassese, dott. Giovanni Suriano, dott.ssa Rita Romano, dott.ssa Dolorosa Franzese, dott. Angelo Sorrentino, impegnati da circa due anni sul progetto finanziato dall’Unione Europea “E-Learning Education For Prisoners and Prisoner’s Professional’s”, che ha come obiettivo quello di promuovere l’E-learning in carcere in ambito europeo. “E-learning in carcere” prevede una serie di interventi qualitativi che hanno come finalità centrale la “rieducazione” e il “reinserimento lavorativo” delle persone prive della libertà.
Il progetto vede impegnati, come da protocollo d’intesa, da circa tre anni la Direzione dell’Icatt di Eboli, funzionari del Prap Campania, docenti del Liceo Scientifico “E. Medi di Battipaglia” e dell’Università degli Studi di Salerno - Dipartimento di Sociologia e Scienza della Politica. Il progetto si configura come un’azione volta alla formazione di persone in condizioni svantaggiate, attraverso l’uso delle moderne tecnologie informatiche e telematiche.
Esso favorisce e rende praticabile l’esercizio del diritto allo studio delle persone detenute ed ex-detenute; in particolare intende offrire ai detenuti dell’Icatt di Eboli la possibilità di frequentare un percorso formativo liceale, finalizzato all’acquisizione di un diploma, realizzando un’esperienza sperimentale ed un esempio di buone pratiche, generalizzabili ed espandibili successivamente ad altre realtà penitenziarie del Paese. Esso si pone come un’esperienza pilota che, partendo da un ambito circoscritto e sulla base di un investimento solo iniziale, è in grado di essere applicato su larga scala. Il corso impegnerà gli studenti, detenuti ed ex detenuti, in attività didattiche realizzate in modo innovativo ed efficace. Sarà curato da tutor e da volontari ex art.78 Op, che faciliteranno l’addestramento all’uso del personal computer e dei software della piattaforma E-learning utili per l’apprendimento.
Gli studenti accederanno ai contenuti educativi via telematica, mantenendo i propri ritmi di apprendimento e approfondendo le tecnologie studiate, applicando anche le nozioni apprese in aula direttamente nel laboratorio preventivamente allestito, grazie anche al lavoro dei detenuti stessi, per garantire il normale svolgimento delle lezioni. Particolare attenzione sarà rivolta al rispetto delle disposizioni in merito alla sicurezza dei rapporti fra detenuti e mondo esterno inserite nell’Ordinamento Penitenziario. Il corso sarà garantito al detenuto - che ha iniziato il percorso di studio - anche successivamente al termine della pena.
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it