Martedì 18 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Parma: sindacati agenti contro ampliamento del carcere, mancano forze per gestirlo PDF Stampa
Condividi
Ansa, 1 ottobre 2010

I sindacati di polizia penitenziaria hanno protestato davanti alla Prefettura di Parma contro la possibile apertura di cinque nuovi reperti detentivi all’interno del carcere parmense, senza, sostengono, "che venga assegnato un adeguato numero di agenti per gestire circa 200 detenuti in piu”. A scendere in piazza sono stati Sappe, Osapp, Sinappe, Cgil e Cisl.
Attualmente - ha fatto sapere Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe - il carcere di Parma ospita 590 detenuti, a fronte di una capienza di 430 posti detentivi. Gli agenti, invece, ‘dovrebbero essere 479, ma quelli assegnati, in realtà, sono solo 398, dei quali 94 distaccati in altre sedi’ e dunque gli agenti che prestano servizio nel carcere di Parma sono soltanto 304 e ne mancano circa 180.
Durante ha ricordato che l’istituto di Parma è uno dei più complessi d’Italia, a causa della variegata tipologia di detenuti ristretti. Per questo i sindacati hanno chiesto che ‘l’amministrazione, prima di procedere all’apertura dei nuovi reparti, assegni gli agenti necessari per poter organizzare i servizi e garantire al personale i diritti fondamentali’. Altrimenti, è l’analisi di Durante, i nuovi reparti detentivi di Parma sono destinati a restare chiusi, come avviene in molte altre parti d’Italia.
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it