Martedì 18 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Lettere: Bologna; i detenuti al Commissario comunale; mantenere il Garante Desi Bruno PDF Stampa
Condividi
Ristretti Orizzonti, 24 agosto 2010

Egregio Commissario di Bologna, Le scriviamo a nome della popolazione detenuta del carcere di Bologna riguardo all’imminente destituzione dell’avv. Desi Bruno dall’incarico di Garante dei diritti delle persone private della libertà personale. Incarico che l’avv. Desi Bruno ha ricoperto e svolto con la massima dedizione, affrontando con competenza e delicatezza le molteplici e ardue problematiche che via via si sono susseguite nel corso del suo mandato, non sottraendosi mai alle traversie che hanno richiesto la sua presenza, e portando con senso dell’equilibrio e obiettività le nostre istanze su giornali e telegiornali.
La dott. Desi Bruno ha riscosso ampio apprezzamento presso i detenuti e gli organi competenti, è stata un faro per tutti noi i cui animi, malgrado l’avvicendarsi di fortissimi disagi e sofferenze causati dal cronico estremo sovraffollamento, ha provveduto a placare, insegnandoci che attraverso il dialogo e la calma si possono raggiungere i risultati.
L’allontanamento dal ruolo che lei riveste sarebbe un trauma e una grave perdita per noi e per Bologna poiché verrebbe meno un punto di riferimento vitale. Tra i suoi meriti rientra quello, non meno rilevante, di essersi adoprata per la realizzazione di diversi progetti che hanno conosciuto un discreto successo andato oltre le mura.
Oltre all’impegno profuso e alla passione dimostrata, senza l’avv. Desi Bruno verrebbe a mancare una eminente figura professionale con un grande bagaglio di esperienza e profondamente conoscitrice delle leggi penali e penitenziarie. Pertanto, alla luce di questa realtà, Le chiediamo di voler prendere in seria considerazione l’opportunità, dettata dalla necessità, della concessione di una proroga inerente al mandato conferito all’avv. Desi Bruno nel ruolo di Garante sino al momento in cui si terranno le prossime elezioni politiche comunali.
La ringraziamo per l’attenzione dedicataci e La salutiamo cordialmente, fiduciosi in una risoluzione costruttiva. Qualora non fosse possibile concedere la proroga richiesta, auguriamo all’avv. Desi Bruno di rivestire in futuro un ruolo politico di prestigio nell’ambito della giustizia con possibilità decisionali finanche maggiori di quelle previste dal ruolo di Garante.

I detenuti della “Dozza” di Bologna
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it