Mercoledì 26 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Siracusa: nuova aggressione ad un agente nella Casa circondariale di Augusta PDF Stampa
Condividi
La Sicilia, 24 agosto 2010

Non sembra frenarsi l’escalation di aggressioni dei detenuti nei confronti del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria. L’ennesimo episodio si è verificato questa mattina presso la struttura penitenziaria di Augusta, dove l’agente addetto al controllo e smistamento dei detenuti, nel tentativo di porre fine ad una lite tra carcerati, è stato aggredito da uno dei due uomini, di origine straniera.
L’episodio, che grazie all’intervento dei colleghi si è risolto senza gravi danni alla persona, ha portato all’ennesima denuncia da parte del sindacato. “È imbarazzante notare il silenzio dell’amministrazione, il silenzio dello Stato - si apprende dalla nota inviata dal vice segretario nazionale Ugl-Fnpp, Sebastiano Bongiovanni - dinanzi ai fatti gravissimi che si stanno susseguendo giorno dopo giorno nelle carceri d’Italia, ed a farne le spese, ancora una volta, è solo la Polizia Penitenziaria. Stando agli ultimi eventi si percepisce sempre più la debolezza dell’amministrazione centrale, la quale non sembra riuscire a gestire come si conviene quei problemi principali che poi portano alle conseguenze peggiori, cioè suicidi, aggressioni, autolesionismi, proteste”.
Nella fattispecie, l’ente pubblico sarebbe colpevole di non riuscire a risolvere con adeguatezza il problema del sovraffollamento delle carceri, la rilevante presenza di stranieri detenuti e la carenza di organico della polizia penitenziaria. Se l’episodio di questa mattina non è volto al peggio, è anche merito della stretta sinergia instaurata tra il Sindacato e la direzione di Augusta, “che ringraziamo per gli sforzi che sta mettendo in atto - conclude la nota - accogliendo molte delle proposte da noi formulate in questi anni. Siamo consapevoli che questi sono solo provvedimenti di carattere decentrato e tampone, per tale motivo, chiediamo per l’ennesima volta aiuto alle istituzioni”.
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it