Lunedì 29 Novembre 2021
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Asti: tentativo di evasione e protesta dei detenuti, che si rifiutano di rientrare in cella PDF Stampa
Condividi
Ansa, 19 agosto 2010

Tentativo di evasione ieri mattina dal carcere di Asti, dove un detenuto in regime di alta sicurezza ha scavalcato la recinzione del campo sportivo, alta tre metri, ma ricadendo ha riportato lesioni che ne hanno consentito l’immediata cattura da parte degli agenti di polizia penitenziaria.
Nel frattempo, i compagni di reparto dell’uomo hanno inscenato una protesta rifiutandosi di entrare nelle celle e aggredendo i poliziotti. A darne notizia è la segreteria generale dell’Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria.
Secondo Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp (organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria) le responsabilità sono da ricercarsi nell’organizzazione del sistema carcerario: “Proprio il concatenarsi di certi eventi nelle carceri, più che la mera osservazione a fini statistici - osserva - dovrebbe far riflettere molto di più il capo del Dap Ionta e il ministro Alfano riguardo ai crescenti rischi per la collettività e per gli agenti, tenuto conto che oggi, rispetto al passato, non si evade più da soli e in maniera occasionale, ma almeno in coppia e con il concreto aiuto dei restanti detenuti. È il segno, purtroppo assai preoccupante - conclude Beneduci - che in carcere oggi, rispetto al passato, il non fare niente tutto il giorno aiuta ad immaginare e organizzare meglio certe situazioni.
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it