Martedì 18 Gennaio 2022
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Giustizia: Osapp; la politica si disinteressa delle carceri, agenti si sentono impotenti e soli PDF Stampa
Condividi
Agi, 7 agosto 2010

“Mai così in basso”. Così Leo Beneduci, segretario del sindacato di Polizia Penitenziaria Osapp commenta la notizia del 40esimo suicidio di un detenuto nelle carceri italiane dall’inizio dell’anno. “I poliziotti penitenziari - spiega Beneduci - si sentono impotenti e soli rispetto agli eventi che si consumano davanti ai loro occhi.
Non possiamo non attribuire le responsabilità almeno morali, di quanto accade ai detenuti e a noi ogni giorno e sempre più spesso nelle carceri italiane, al concreto disinteresse della politica ed in particolare del ministro Alfano: infatti, se per le duemila unità aggiuntive per la polizia penitenziaria il Guardasigilli, oltre che preannunciarle in ogni occasione da oltre un anno, ne avesse anche disposto l’assunzione, negli istituti, forse, ci sarebbe stato qualche suicidio di meno e i colleghi non impazzirebbero ogni giorno per coprire gli infiniti posti di servizio, per tornare a casa dopo i turni in orari decenti o per avere riposi e ferie”.
Anche per Donato Capece, leader del sindacato Sappe, “si continua ad ignorare, a più di sei mesi dalla dichiarazione dello stato d’emergenza per la questione penitenziaria, che le carceri stanno per esplodere, con quasi 69mila detenuti presenti. Si continua a voler ignorare che 172 istituti penitenziari italiani su 204, pari all’84,31%, superano la capienza regolamentare. E che 103 istituti su 204, pari al 50,49%, superano la capienza tollerabile. La mancata previsione ed approvazione di interventi strutturali sull’esecuzione della pena e sul sistema penitenziario nazionale hanno nuovamente portato gli istituti di pena del Paese in piena emergenza - conclude Capece - lasciando soli a loro stessi gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria che conta carenze quantificabili in 6mila unità".
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it