Domenica 05 Dicembre 2021
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Russia: concorso tra i detenuti per la costruzione di armamenti con ghiaccio e neve PDF Stampa
Condividi

www.rainews.it, 21 febbraio 2015

 

In Siberia gara tra detenuti in occasione di una festa nazionale per costruire carri armati e missili con la neve ed il ghiaccio 20 febbraio 2015I funzionari del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria russa della città di Omsk in Siberia (55 Fsin) in occasione della festa nazionale Giornata del difensore della patria (ex Festa dell'Armata Rossa) hanno indetto un concorso particolare tra le squadre dei detenuti - la costruzione degli armamenti pesanti in grandezza naturale con la neve e il ghiaccio.

Missile di neve (Fonte: Amministrazione penitenziaria russa) Le foto delle opere vincitrici sono state caricate sul sito ufficiale dell'Amministrazione penitenziaria locale. Il primo posto è stato assegnato alla squadra che ha costruito il super sofisticato missile balistico su rampa mobile "Topol-M" elaborato nei minimi dettagli, comprese le luci di posizionamento. Il secondo posto se lo è aggiudicato la squadra che ha costruito il carro armato russo della Seconda Guerra Mondiale "T-34", anche questo fedele all'originale nei minimi particolari.

 
"Uno in meno"... e un morto in più PDF Stampa
Condividi

di Carmelo Musumeci

 

Ristretti Orizzonti, 20 febbraio 2015

 

"Questa notte non riuscivo a prendere sonno ed ho pensato che in carcere non puoi fare altro che lottare ma non lo puoi fare con i pugni, i calci e i muscoli. Lo puoi fare solo con il cuore forse per questo lui è più messo male di me. E non vede l'ora di smettere di battermi nel petto". (Diario di un ergastolano www.carmelomusumeci.com).

Leggi tutto...
 
La mancanza di umanità di quegli agenti che hanno esultato per il suicidio di un ergastolano PDF Stampa
Condividi

di Clirim Bitri

 

Ristretti Orizzonti, 20 febbraio 2015


"Uno in meno", "Ottimo speriamo abbia sofferto"... e così via, questi i commenti su Facebook di alcuni Agenti al suicidio di un ergastolano nel carcere di Opera. Io che sono detenuto non ho provato Odio o Rabbia verso questi soggetti, ma soltanto un grande senso di pietà, ho provato pietà per il loro livello di cultura, pietà per la loro stupidità, per la loro mancanza di umanità.

Leggi tutto...
 
Giustizia: insulti a detenuto suicida, sospesi 16 agenti. Orlando: formarli su uso dei social PDF Stampa
Condividi

Il Sole 24 Ore, 20 febbraio 2015

 

Sulla vicenda degli insulti via Facebook a un detenuto suicida da parte di agenti della polizia penitenziaria "ho firmato 16 provvedimenti cautelari di sospensione e ho concordato con il direttore del personale l'avvio del procedimento disciplinare". Così il capo del Dap Santi Consolo, dopo l'incontro avuto con il ministro della Giustizia Andrea Orlando. Confermata dunque la linea del massimo rigore e delle immediate contromisure, annunciata da Consolo ieri pomeriggio, appena diffusa la notizia dei commenti ingiuriosi sui social per la morte del detenuto.

Leggi tutto...
 
Giustizia: Santi Consolo (Dap) "Polizia penitenziaria vicina ai detenuti, siamo mortificati" PDF Stampa
Condividi

Asca, 20 febbraio 2015

 

"La Polizia penitenziaria è mortificata per quanto è successo e continueremo a muoverci su questa linea positiva: ho avviato una circolare che richiama tutti gli appartenenti al dipartimento ai doveri propri del Corpo e già oggi ho inviato una missiva per implementare e continuare l'attività di formazione sulla deontologia".

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 13481 13482 13483 13484 13485 13486 13487 13488 13489 13490 Succ. > Fine >>

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it