Mercoledì 12 Dicembre 2018
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Quando i trasferimenti di detenuti assomigliano a vere deportazioni

PDF Stampa
Condividi

Il Mattino di Padova, 5 gennaio 2015

 

La vecchia abitudine di fare buoni propositi per l'anno nuovo appartiene un po' a tutti. A noi piacerebbe però che fosse l'Amministrazione penitenziaria a fare una promessa per il 2015: ridurre al minimo i trasferimenti, non trincerarsi sempre dietro i motivi di sicurezza per giustificare gli spostamenti di persone detenute da un capo all'altro dell'Italia, senza nessuna preoccupazione per le loro famiglie, costrette a viaggi sfiancanti, costosi, per vedere i loro cari per poco tempo in sale colloqui squallide.

Leggi tutto...
 

Giustizia: Marco Pannella; continuo il mio digiuno per aiutare il governo sulla legalità

PDF Stampa
Condividi

di Giovanni Innamorati

 

Ansa, 5 gennaio 2015

 

"Ti rispondo con un concetto di Gandhi: Non dobbiamo mai, quando ci sono lotte, ostentare sofferenza o difficoltà, ma essere lieti nel fondo di questi eventi drammatici". Così Marco Pannella, intervistato da Radio Radicale, ha parlato del proprio digiuno in favore dell'amnistia e della soluzione del problema del sovraffollamento delle carceri.

Leggi tutto...
 

Giustizia: quasi 50mila firme in petizione per inserire i delitti ambientali nel Codice penale

PDF Stampa
Condividi

Adnkronos, 5 gennaio 2015

 

Promossa da "Libera" e "Gruppo Abele". In nome del popolo inquinato: subito i delitti ambientali nel Codice penale. È quanto chiede una petizione, promossa da Libera e Gruppo Abele su Change.org. che chiede "al Senato di approvare subito il disegno di legge sull'introduzione dei delitti ambientali nel Codice penale". L'iniziativa ha raccolto finora più di 49.400 adesioni.

Leggi tutto...
 

Giustizia: caso Van Den Bleeken, l'eutanasia non è la pena di morte

PDF Stampa
Condividi

di Paolo Morelli e Cecilia Russo

 

www.thelastreporter.com, 5 gennaio 2015

 

In prigione da quasi 30 anni, Frank Van Den Bleeken chiede e ottiene l'eutanasia in Belgio. Soffre di gravi disturbi psichiatrici e denuncia da anni pessime condizioni carcerarie. Frank Van Den Bleeken chiede di morire da 4 anni e sarà accontentato domenica prossima, 11 gennaio, nel carcere di Bruges, in Belgio.

Leggi tutto...
 

Giustizia: caso Van Den Bleeken, l'eutanasia allo stupratore è un gesto di pietà

PDF Stampa
Condividi

di Vittorio Feltri

 

Il Giornale, 5 gennaio 2015

 

La richiesta del detenuto accolta dal Belgio da noi sarebbe respinta per ipocrisia. Inattuata l'idea che il carcere rieduchi. E il Parlamento sulla "dolce morte" tace. Domenica prossima, 11 gennaio, un ergastolano belga, Frank Van Den Bleeken, 52 anni, sarà ucciso con un'iniezione letale praticatagli legalmente da un medico.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < 7682 7684 7685 7686 7687 7688 7689 7690 > Fine >>



06


  06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it