Mercoledì 21 Ottobre 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Un dialogo (immaginario) fra un ergastolano ostativo e un giudice costituzionale PDF Stampa
Condividi

di Davide Galliani **

 

questionegiustizia.it, 21 ottobre 2020

 

In questo dialogo (immaginario) tra un ergastolano ostativo e un giudice costituzionale, l'Autore discute i più importanti passaggi argomentativi della n. 253 del 2019 della Corte costituzionale, soffermandosi anche sul primo seguito presso la magistratura di sorveglianza. Il tutto nella consapevolezza che la prossima questione di costituzionalità, pendente alla Consulta, riguardante non il permesso premio ma la liberazione condizionale, potrà segnare uno snodo fondamentale nella giurisprudenza costituzionale in materia di automatismi legislativi: sentenze in forma di legge, che travalicano il perimetro costituzionale riservato al mestiere di giudice, che necessita in ogni caso di svolgersi in osservanza del principio di tassatività.

Leggi tutto...
 
L'attrazione fatale per la forca PDF Stampa
Condividi

di Sergio D'Elia*


Il Riformista, 21 ottobre 2020

 

Il 37 per cento di italiani favorevoli alla pena di morte è anche poca cosa, considerato il regime giudiziario e penitenziario, politico e mediatico che negli ultimi trent'anni si è mangiato lo Stato di diritto, lo Stato democratico e lo stato di coscienza e umanità. Urlano vendetta appena viene commesso un delitto, occupano la scena giudiziaria e mediatica. Avvelenano i pozzi a cui si abbevera la pubblica opinione. "In galera!", rispondono se un boss malato viene scarcerato. Per loro chi è stato mafioso lo è per sempre. E quasi nessuno osa contraddirle.

Leggi tutto...
 
I sommersi e i non salvati PDF Stampa
Condividi

di Lorenza Pleuteri*


dirittiglobali.it, 21 ottobre 2020

 

Salvatore "Sasà" Piscitelli poteva e doveva essere salvato? Quale medico ha dato il nulla osta al trasferimento dal carcere di Modena al carcere di Ascoli? Ha controllato in che condizioni era o ha firmato l'ok al viaggio senza dargli nemmeno un'occhiata?

Leggi tutto...
 
Le indagini sulle morti in carcere: quando lo Stato indaga su se stesso, secondo la Cedu PDF Stampa
Condividi

di Emanuele Ficara *


dirittiglobali.it, 21 ottobre 2020

 

Gli avvocati Chiara Luciani e Nicolò Bussolati dello Studio Lexchanche di Torino si sono rivolti all'Associazione StraLi (for strategic litigation) sottoponendo un caso che riguarda la morte per un presumibile arresto cardiaco di un detenuto in carcere già ritenuto - in almeno due occasioni - incompatibile con il regime carcerario.

Leggi tutto...
 
Il diritto all'istruzione in carcere PDF Stampa
Condividi

di Massimo Congiu


dirittiglobali.it, 21 ottobre 2020

 

Non sottolineeremo mai abbastanza il valore dell'istruzione come veicolo di crescita ed emancipazione culturale e sociale. Questo è vero in generale e assume un significato particolare negli ambienti svantaggiati, nei contesti di emarginazione e negli istituti di pena. La tematica è molto ampia e complessa, e questo articolo intende concentrarsi sull'ultimo dei punti menzionati.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

 

04


03


02


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it