Venerdì 19 Ottobre 2018
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Venezia: "il lavoro ha reso il carcere più umano", l'ex direttrice chiede meno burocrazia

PDF Stampa
Condividi

Corriere del Veneto, 26 febbraio 2017

 

"Auspico uno snellimento della burocrazia all'interno delle carceri in modo da rendere più agevole l'avvio di progetti come quelli avviati in questi anni da Il Cerchio". L'ex direttore del Carcere femminile della Giudecca Gabriella Straffi è intervenuta ieri nel dibattito organizzato per i vent'anni della cooperativa raccontando, lontana dalle polemiche, le difficoltà e le sfide incontrate nella direzione della casa circondariale.

L'avvio dei progetti che hanno reso il carcere della Giudecca un modello in Italia in quanto ad attività e lavoro non è stato cosa semplice. "Sottolineo l'importanza del ruolo del direttore delle carceri e la necessità di una sua sempre maggiore responsabilizzazione.

Credo nel mio mandato di essermi presa il massimo delle libertà possibili", ha aggiunto Straffi che poi ha ringraziato Il Cerchio per le attività svolte. "L'esperienza di questa cooperativa ha cambiato il volto del carcere, non solo ha portato all'interno il lavoro ma ha creato i presupposti per rendere il carcere parte integrante della città, il lavoro lo hanno reso più umano e trasparente" ha concluso l'ex direttrice.

 

 

 



06


  06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it