Lunedì 22 Aprile 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Venezia: confronto sulle esperienze di chi vive dentro il carcere

PDF Stampa
Condividi

di Daniela Ghio

 

Il Gazzettino, 10 febbraio 2019

 

Molto interesse per l'incontro che è stato promosso dal regista Berto tramite un film su Santa Maria Maggiore. Viva partecipazione ieri pomeriggio nella sede di Emergency della Giudecca per la nuova proposta del programma di iniziative dell'associazione per presentare e esplorare attraverso vari linguaggi (arti visive, fotografia, scrittura, cinema, musica, teatro) le situazioni già problematiche, le storie delle persone più fragili la cui vita sembra contare di meno, i territori di confine in cui non è sempre facile rendere esigibili diritti pur sanciti.

Questa volta è stato raccontato il carcere di Santa Maria Maggiore con Mattia Berto e il suo film "Sì, viaggiare! Dentro o fuori teatro dappertutto. Racconto dell'esperienza teatrale nel carcere". "Siamo qui a raccontare un esperienza di teatro ma soprattutto un idea di città - ha spiegato Mattia Berto. Abbiamo bisogno di ritrovarci come comunità che vive e condivide.

Per mestiere racconto storie e mi nutro di storie: le ascolto e le narro. In questi anni ho coinvolto nei miei lavori luoghi diversi scuole, teatri, botteghe, calli e piazze. Avere avuto la possibilità di compiere questa avventura alla casa circondariale di Santa Maria Maggiore mi fa pensare ancora una volta che questa sia la forza del teatro: forza che aggrega e rigenera".

Insieme a Berto hanno portato la propria esperienza, in un dibattito moderato dal docente Iuav Ezio Micelli, Immacolata Mannarella, direttrice della casa circondariale, Ferdinando Ciardiello, direttore dell'area educativa della casa circondariale, Maria Voltolina, presidente dell'Associazione Il granello di senape, Giorgia Chinellato, fotografa, Giuseppe Drago, videomaker.

"Ho parlato in carcere di viaggio ma mi interessava capire anche chi è recluso - ha detto ancora Berto. Mi piace pensare a una città che gioca al teatro, che racconta e si racconta ed è per questo motivo che da anni sto mappando con i miei laboratori di teatro per tutti il territorio veneziano. Abbiamo davvero un grande bisogno di ritrovarci come collettività, dobbiamo riacquisire un senso forte dello stare insieme come cittadini e il teatro è un motore per questo.

 

 

 

 

06

 

06


06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it