Martedì 22 Gennaio 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Veneto: ultima in Italia per magistrati e penultima per "amministrativi"

PDF Stampa
Condividi

di Martina Zambon

 

Corriere del Veneto, 4 gennaio 2019

 

Tu chiamali, se vuoi, "arretrati". Alla Corte d'appello di Venezia ogni magistrato del distretto si porta dietro, un fardello di 529 giudizi pendenti. Un dato che è fra i più elevati d'Italia e la media, infatti, è 439 ma a Trento, per dire, si inabissa a 67, record nazionale. La radiografia scattata dal Centro studi della Cgia è impietosa.

Se l'annosa questione degli spazi è stata faticosamente risolta con la realizzazione della Cittadella della giustizia in piazzale Roma, tutte le altre voci riportano un segno negativo. Sotto organico somiglia a un eufemismo perché i "buchi" fra magistrati e personale amministrativo sono difficili da ignorare. Lo stato di sofferenza della giustizia in Veneto cresce del 3,6% (negli ultimi cinque anni) a fronte di un calo medio annuale stimato del -3,2% per il sistema Paese.

Basterebbe già questo per dare la misura della difficoltà quotidiana di sopravvivere ai faldoni che si accumulano. Eppure la buona volontà e i sudatissimi risultati sono attestati dal calo di giudizi pendenti (i procedimenti chiusi sono stati più di 10.500 nel 2017), i "sopravvenuti" (nuovi procedimenti) crescono però troppo velocemente del 28%, praticamente il doppio del resto dell'Italia. La ricerca della Cgia si cimenta in un esercizio matematico: solo per smaltire l'arretrato la Corte dovrebbe lavorare per oltre due anni in assenza di nuovi procedimenti.

L'aspetto forse più inedito del dossier, però, attiene alla sfera economica. Tutti gli indicatori, ormai, concordano nel dire che l'aspettativa di giustizia porta ad investire se questa funziona. Dai numeri emerge che la Corte d'appello di Venezia ha 1,1 magistrato ogni 100 mila abitanti, fanalino di coda in tutto il Paese. La "solita" Trento ne ha più del doppio (2,6) per arrivare all'estremo opposto dello Stivale: a Reggio Calabria ci sono 6,2 magistrati per lo stesso numero di abitanti. Eppure la Corte d'appello veneziana è la terza in Italia per popolazione di riferimento.

I conti, riga dopo riga, non tornano. Men che meno alla voce "personale amministrativo", categoria tutt'altro che accessoria per il funzionamento dei tribunali. Venezia è penultima con 2,4 persone ogni 100 mia abitanti. Anche qui Reggio Calabria con 16,9 è in cima alla classifica ma pure Trento si piazza bene con il 9,4. Ultimo posto anche nella classifica che mette in rapporto il numero di magistrati della Procura con gli abitanti. Qui la Cgia, però, ha ristretto il campo comparando la Procura lagunare con altre omogenee del Nord Italia. Il risultato, però, non cambia, insieme a Bologna è la più sottodimensionata.

Infine, il Veneto appare pesantemente penalizzato anche considerando diversi indicatori: imprese, numero di occupati, valore aggiunto, export e presenze turistiche. Tutti elementi con valori molto alti in regione e che contribuiscono a far lievitare la "domanda di giustizia potenziale" a cui, però, corrisponde un divario eclatante sulla dotazione organica della giustizia. "Per poter uscire dall'emergenza - spiega la presidente della Corte d'appello di Venezia Ines Maria Luisa Marini - servirebbero almeno sette magistrati".

Nel dossier della Cgia si sottolinea che "i parametri considerati testimoniano l'elevata dinamicità socio-economica del Veneto (che corrisponde all'ambito d'azione della Corte d'appello di Venezia). Lo studio si conclude mettendo in relazione ogni indicatore con il numero di magistrati.

E allora Trento (sempre Trento come osserva con un'alzata di sopracciglio il governatore Luca Zaia) più di 30 magistrati ogni 100 mila imprese attive, il Veneto ne ha 12, 0,8 magistrati per ogni miliardo di euro di valore aggiunto, il doppio del Veneto e 4,6 magistrati per ogni miliardo di export, il Veneto si ferma a 0,8. Per non parlare del turismo. Milano ha quasi 5 magistrati ogni milione di presenze turistiche, il Veneto, anche qui, è buon ultimo con 0,7.

 

 

 



06


06

 

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it