Sabato 19 Agosto 2017
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Trani: "Parole senza barriere", progetto organizzato dall'associazione "Presìdi del libro"

PDF Stampa
Condividi

ilikepuglia.it, 6 novembre 2016

 

Incontri con gli autori, laboratori, spettacoli teatrali e iniziative di promozione della lettura sono le attività rivolte ai detenuti e alle detenute delle carceri pugliesi e alle loro famiglie. Parte oggi, martedì 6 dicembre, nel carcere di Trani Parole senza barriere, il progetto di promozione della lettura negli istituti penitenziari pugliesi organizzato e promosso dall'Associazione Presìdi del libro, in collaborazione con il Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria Regionale di Puglia e Basilicata del Ministero di Giustizia.
Alla luce di un Protocollo di intesa stipulato lo scorso gennaio 2016 tra i due enti, con l'obiettivo primario di garantire ai detenuti un accesso ampio e qualificato alla conoscenza, all'informazione e alla cultura in generale, con particolare riferimento alla promozione della legalità, nasce Parole senza barriere. Incontri con gli autori, laboratori, spettacoli teatrali e iniziative di promozione della lettura e formazione professionale, sono le attività rivolte ai detenuti e alle detenute delle carceri pugliesi e alle loro famiglie, con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita di chi lavora negli istituti di pena e dei detenuti che scontano la pena per gli errori del passato ma a cui è concessa un'opportunità per il futuro.
Si terranno in tutti gli 11 penitenziari della Puglia attraverso i sotto-progetti ideati per ogni singolo penitenziario e domani martedì 6 dicembre sarà Claudia Fabris, la poetessa che darà il via nell'Istituto Penitenziario Femminile di Trani nell'ambito del sottoprogetto dal titolo "Ogni luogo ha un'anima" realizzato in collaborazione con Confindustria BAT. Nello stesso penitenziario a dicembre e a gennaio 2017 seguiranno altri tre incontri: il 19 dicembre, alla presenza della scrittrice e giornalista Carmela Formicola, ci sarà il reading musicale tratto dal suo libro "Sinfonia dell'odio" (Florestano edizioni, 2016); Paolo Comentale, invece, il 20 dicembre realizzerà lo spettacolo di marionette su "Pulcinella" per i piccoli delle famiglie dei detenuti e a gennaio nel penitenziario maschile si concluderà con lo spettacolo "Sudorazione" di Giampiero Borgia.
Claudia Fabris è Poetessa -artista padovana, autrice del progetto "RistorAzione": desiderio di nutrire lo spirito con la stessa cura con cui si nutre il corpo. Un menu di parole da scegliere, così come si fa in un ristorante. Antipasti: parole brevi; primi: parole importanti; piatti unici: monologhi; dolci: parole cantate dal vivo e, per finire un Piccolo vocabolario Poetico per dare un nuovo significato alle parole. I detenuti e le detenute avranno a disposizione delle cuffie senza fili, con una portata di 100 metri, attraverso le quali giungerà la voce della poetessa, che leggerà dei testi scelti dal pubblico. Obiettivo del laboratorio è restituire alla parola la sua dimensione originale, poetica appunto, quella che aveva quando si credeva che le parole potessero davvero generare mondi.

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it