Lunedì 22 Ottobre 2018
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Torino: cultura in carcere, mozione Pd per impegnare Comune in progetti riqualificazione

PDF Stampa
Condividi

Ansa, 28 novembre 2015

 

Portare più cultura all'interno del cinema, magari anche grazie a grandi realtà cittadine come il Salone del Libro e Luci d'Artista, per mirare ad una maggior riqualificazione della vita interna al carcere ed ad una maggiore fruibilità culturale da parte dei detenuti.

È quanto prevede la proposta di menzione, prime firmatarie le consigliere del Pd, Lucia Centillo e Laura Onofri, presentata oggi. "Gli spazi della detenzione carceraria rappresentano una cesura nel tessuto urbano e sociale - dicono le consigliere - il carcere può essere definito come un luogo di non-identificazione collettiva: non ci si identifica la città, non ci si identifica chi lo abita e non vi sono spazi a misura umana, non a misura di chi vi è recluso e non a misura di coloro che vi operano".

La mozione vuole impegnare il sindaco e la Giunta a sviluppare, "in accordo con la direzione del carcere, esperienze di riqualificazione degli spazi estendendo all'interno del carcere l'organizzazione e la fruibilità di eventi culturali e di arte urbana come avviene in diversi territori cittadini con l'allestimento e la diffusione di iniziative decentrate".

 

 

 



06


  06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it