Domenica 22 Ottobre 2017
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Non condanniamo a cento anni di solitudine gli ultimi militanti delle BR degli anni 70

PDF Stampa
Condividi

di Giulio Petrilli

 

osservatoriorepressione.info, 12 agosto 2017

 

Nicolò De Maria arrestato nel 1980, Susanna Berardi arrestata nel 1982, Cesare Di Leonardo arrestato nel 1982. Solo alcuni dei trenta donne e uomini della storia delle Brigate Rosse ancora in carcere. Trentotto anni di reclusione. Una vita! Le Brigate Rosse non esistono più da tanto tempo, perché' tenerli ancora in carcere?
Non hanno rivisto la loro posizione ideologica? Ma per questo devono morire in carcere? Arrivare alla soglia di una detenzione quarantennale vuol dire distruggere totalmente una persona! Contro questa pena di morte, vale la pena di battersi per una loro libertà incondizionata! Dopo trentotto anni di carcere dovrebbe avvenire per qualsiasi detenuto! Qualsiasi pena dopo così tanti anni di carcere è di fatto espiata! Costruiamo insieme una lotta per affermare almeno il principio che superati i trentacinque anni di carcere una persona deve tornare in libertà!

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it