Sabato 20 Aprile 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Napoli: "note di speranza", un concerto nel carcere di Poggioreale

PDF Stampa
Condividi

linkabile.it, 15 aprile 2019

 

La musica entra nel carcere di Poggioreale per suscitare emozioni, riflessioni, bellezza. "Note di speranza" come antidoto alla violenza. Ieri mattina nel cortile del carcere di Poggioreale il coro giovani del teatro San Carlo di Napoli, diretto dal maestro Carlo Morelli, si è esibito per i detenuti dei padiglioni Firenze e Livorno.

"Cerchiamo di portare la musica nei luoghi di disagio della nostra città. Napoli è di una straordinaria bellezza però ha delle zone di enorme difficoltà: Barra, Ponticelli, San Giovanni, Scampia, i Quartieri Spagnoli, la Sanità, non tutti nasciamo fortunati. Il problema del lavoro in questa città crea delle grandi sacche di povertà", commenta il Maestro Morelli.

Un concerto emozionante organizzato dal Garante per i Diritti dei Detenuti in Campania Samuele Ciambriello ed il "Lions Club" di Pomigliano che ha insignito Morelli del premio "Melvin Jone Fellow", per l'alto valore artistico ed il suo impegno. "Speriamo di aver portato una piccola gioia in un luogo di dolore", dichiara il presidente del Lions, Luigi Delle Cave.

La direzione del San Carlo ed il Maestro Morelli da anni collaborano infatti con il Garante per portare all'interno degli istituti penitenziari di tutta la regione Campania la bellezza del canto. Ultimamente anche nel carcere di Aversa e in quello minorile di Airola. Presente anche la direttrice del carcere di Poggioreale Maria Luisa Palma: "Queste sono occasioni bellissime, importanti, e di riflessione". Il concerto si è chiuso sulle note della canzone di Pino Daniele, "Napul'è", tra la commozione e gli applausi dei detenuti.

"Sono sicuro che quest'iniziativa regalerà a tutti i presenti un momento di riflessione oltre che di intrattenimento culturale. Promuovo iniziative per creare un ponte con l'esterno, per andare oltre le mura dell'indifferenza, per passare dalla reclusione alla inclusione", conclude il garante Ciambriello. Ad allietare la mattinata la pasticceria Zio Savino Qualità di sant'Antonio Abate che ha deliziato i presenti con tante colombe tradizionali e al cioccolato.

 

 

 

 

06

 

06


06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it