Sabato 11 Luglio 2020
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Carcere, la battaglia per difendere la dignità dei detenuti e rendere la prigione più umana PDF Stampa
Condividi

di Samuele Ciambriello*


Il Riformista, 11 luglio 2020

 

Ancora una volta questi corridoi lunghi e squadrati, lo sferragliare delle chiavi e il rumore delle porte di ferro che si aprono al nostro passaggio e si chiudono alle nostre spalle. Dopo tanti anni mi fa ancora impressione e continua a produrre in me un vago senso di estraneazione. Me lo fa ancora adesso che attraverso questi spazi, questa volta in qualità di garante regionale dei detenuti. Di nuovo qui, mi dico, e la mente va alla prima volta che ho varcato questa soglia, quando circa quarant'anni fa come volontario mi sono inoltrato per gli stessi corridoi, ho sentito gli stessi rumori, avvertendo le stesse sensazioni.

Leggi tutto...
 
Esecuzione penale esterna: inserimento lavorativo nel Meridione PDF Stampa
Condividi

gnewsonline.it, 11 luglio 2020


E' stato siglato al Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità del ministero della Giustizia il contratto per l'avvio del Pon legalità Fesr/Fse 2014-2020 "Innovazione Sociale dei Servizi per il reinserimento delle persone in uscita dai circuiti penali". La firma è stata apposta dal Direttore Generale per l'esecuzione penale esterna e di messa alla prova, Lucia Castellano e dall'Amministratore Unico dell'E.I.T.D. s.c.a.r.l, Paolo Lanzilli.

Leggi tutto...
 
Bambini in carcere: perché? PDF Stampa
Condividi

di Marina Lomunno


vocetempo.it, 11 luglio 2020

 

Perché i bambini da 0 a 6 anni, figli di detenute, per non trascorrere gli anni decisivi della loro crescita senza l'insostituibile figura materna, devono scontare la pena della loro mamma dietro le sbarre? Non è possibile "rieducare" in un ambiente idoneo alle esigenze dei bambini che non hanno colpe se la mamma deve fare i conti con la giustizia?

Leggi tutto...
 
Riforma del processo penale, il no corale dell'avvocatura a Bonafede PDF Stampa
Condividi

di Simona Musco


Il Dubbio, 11 luglio 2020

 

Cnf, Ocf e Camere penali: "Giudizio negativo, le nostre osservazioni non sono state accolte". E l'Anm si schiera contro le sanzioni disciplinari. Un nulla di fatto. Con avvocatura e magistratura contrarie, per ragioni diverse, al disegno di legge sulla riforma del processo penale, la cui realizzazione ora appare in salita. È questo l'esito del tavolo di giovedì a via Arenula sulla riforma, che vede confrontarsi sul testo depositato in Senato il ministro Alfonso Bonafede, Cnf, Ocf, Ucpi e Anm. Con le componenti dell'avvocatura fermamente convinte dell'irricevibilità del testo e la magistratura scontenta dei punti che prevedono sanzioni disciplinari e sorteggio per il Csm.

Leggi tutto...
 
La deriva inquisitoria del processo penale è il tradimento della riforma Vassalli PDF Stampa
Condividi

di Vincenzo Musacchio*


Il Dubbio, 11 luglio 2020

 

Dopo tanti interventi a macchia di leopardo, voluti dalla politica del momento, il processo è diventato un ibrido. Giuliano Vassalli fu senza dubbio un grande ministro della Giustizia ed ebbe la capacità e l'acume di preparare uno strumento tecnico giuridico che consentisse di rompere nettamente con il passato e di condurre l'Italia dal processo penale inquisitorio a quello accusatorio, che nelle sue intenzioni doveva offrire maggiori garanzie sostanziali all'imputato ma anche alla vittima.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

 

02


01


07


 06

 

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it