Mercoledì 20 Giugno 2018
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Intercettazioni. Spataro contro l'Anm: riforma giusta

PDF Stampa
Condividi

di Luigi Ferrarella

 

Corriere della Sera, 13 giugno 2018

 

Se l'Associazione nazionale magistrati chiede di fermare l'entrata in vigore a luglio della legge Orlando sulle intercettazioni, e il neoministro 5 Stelle Bonafede assicura lo stop, va in contropiede il procuratore di Torino, Armando Spataro: "Sulla legge sento dire le più grandi fregnacce, l'Anm sbaglia profondamente a partire lancia in resta contro.

Il presidente Anm Minisci parla come se non conoscesse la realtà, le sue sono parole che non rappresentano l'opinione prevalente dei magistrati: chi dice che la polizia porterà a spasso il pm, o non ha mai fatto il pm o lo ha fatto in maniera approssimativa".

Invece "io ringrazio il ministro della Giustizia uscente, e mi auguro che il nuovo non faccia un passo indietro, ma si attivi per le dotazioni tecniche utili a far funzionare la legge. La tutela della privacy comporterà a tutti qualche fatica in più, che però non danneggia le indagini ma serve a tutelare i diritti".

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it