Sabato 18 Novembre 2017
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Guida in stato di ebbrezza: la confisca del veicolo non è prevista tra le ipotesi di sanzioni

PDF Stampa
Condividi

di Domenico Carola


Il Sole 24 Ore, 14 novembre 2017

 

Corte di Cassazione - Sezione IV -Sentenza 12 ottobre 2017 n. 46969. I Giudici della IV sezione Penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 46969 del 12 ottobre 2017 hanno ritenuto che per la violazione dell'articolo 186 lettera b) del codice della strada non può essere applicata, in quanto non prevista, la sanzione amministrativa accessoria della confisca del veicolo utilizzato dal conducente in stato di ebbrezza alcolica.

Il fatto - I Giudici del Tribunale di Alessandria in accoglimento della richiesta di un automobilista di applicazione nei suoi confronti della pena di mesi due e venti giorni di arresto e di euro 2.500 di ammenda in relazione al reato contravvenzionale contestato di cui all'articolo 186, secondo comma, lettera b) e 2-bis del codice della strada disponevano, nel contempo, la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per la durata di un anno e la confisca del veicolo. In relazione alle sanzioni amministrative accessorie della sospensione della patente e della confisca del veicolo per il reato contravvenzionale di cui all'articolo 186, commi secondo e 2-bis, lettera b), del codice della strada ricorre in Cassazione l'automobilista lamentando violazione di legge e carenza di motivazione.

La decisione della Corte - Gli Ermellini annullano la sentenza impugnata limitatamente al punto concernente la applicazione della sanzione amministrativa accessoria della confisca del veicolo. A giudizio della la Corte i giudici del Tribunale hanno correntemente determinato la misura della durata della sospensione, raddoppiando la sanzione minima prevista dalla disposizione legislativa e commisurandola ai profili fattuali della condotta ed, in particolare, al grado del tasso alcolemico riscontrato.

Infatti, in tema di guida in stato di ebbrezza, il raddoppio delle sanzioni da applicarsi in caso di provocato incidente stradale, si riferisce non solo a quelle penali, ma anche alla sanzione amministrativa della sospensione della patente di guida. Di contra hanno ritenuto fondato il secondo motivo di ricorso, la sanzione amministrativa accessoria della confisca del veicolo, disposta dal Giudice di merito, in quanto non prevista tra le ipotesi di sanzioni di cui all'articolo 186, lettera b), del codice della strada.

 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it