Martedì 19 Novembre 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

La chiave delle carceri e il diritto alla speranza PDF Stampa
Condividi

di Enrico Franco


Corriere di Bologna, 19 novembre 2019

 

Uno slogan, purtroppo, è assai più efficace di un ragionamento basato su dati statistici. "Buttiamo via la chiave", riferito ai detenuti, ha un indubitabile appeal anche tra chi non è ossessionato dal tema della sicurezza.

Leggi tutto...
 
Il no dei Magistrati di Sorveglianza ai "comandanti-dirigenti" PDF Stampa
Condividi

di Damiano Aliprandi

 

Il Dubbio, 19 novembre 2019

 

Il Coordinamento nazionale critica il Decreto Legislativo per la revisione dei ruoli. Dopo le prese di posizione dei 100 direttori degli istituti, dell'associazione Antigone e dell'esponente Radicale Rita Bernardini. "Preoccupazione in merito alle disposizioni finalizzate a mutare il rapporto tra i direttori degli istituti e i comandanti di reparto (che abbiano la qualifica di "primo dirigente") da gerarchico a soltanto funzionale, attribuendo la gestione della sicurezza unicamente al comandante primo dirigente, così rischiando di alterare gli equilibri stabiliti nell'ordinamento penitenziario, che vuole nel direttore la figura di coordinamento di tutte le aree operative all'interno dell'istituto".

Leggi tutto...
 
"A lezione di libertà", quando scuola e carcere si confrontano PDF Stampa
Condividi

di Raul Leoni


gnewsonline.it, 19 novembre 2019

 

Obiettivo prevenzione. È questo il tema scelto quest'anno dal progetto "A scuola di libertà": allenare i ragazzi a "pensarci prima", evitando i comportamenti a rischio criminoso e facendo loro conoscere la realtà degli istituti penitenziari. La Giornata nazionale dedicata agli incontri tra il mondo carcerario e quello scolastico è nata sette anni fa per iniziativa della Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia. Questa edizione ha preso l'avvio il 15 novembre con un percorso che mette a contatto gli studenti con detenuti, o persone recluse ritornate in libertà, e con volontari e operatori esperti del settore penitenziario.

Leggi tutto...
 
Ergastolo ostativo. La Consulta ha giurisdizionalizzato la materia, non liberato i mafiosi PDF Stampa
Condividi

di Giovanni Quarticelli

 

lanotiziaweb.it, 19 novembre 2019

 

Quando si criticano le esternazioni pretestuose e giustizialiste di Travaglio, dei pubblici ministeri Di Matteo e Gratteri, si corre il rischio di essere scambiati per persone accomunabili ai mafiosi e quindi il discorso si concluderebbe con l'affermazione che chi è favorevole al principio stabilito dalla Corte Costituzionale, è persona contigua ai mafiosi.

Leggi tutto...
 
Ergastolo ostativo. La Consulta ha giurisdizionalizzato la materia, non liberato i mafiosi PDF Stampa
Condividi

di Giovanni Quarticelli


lanotiziaweb.it, 19 novembre 2019

 

Quando si criticano le esternazioni pretestuose e giustizialiste di Travaglio, dei pubblici ministeri Di Matteo e Gratteri, si corre il rischio di essere scambiati per persone accomunabili ai mafiosi e quindi il discorso si concluderebbe con l'affermazione che chi è favorevole al principio stabilito dalla Corte Costituzionale, è persona contigua ai mafiosi.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

 

06


06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it