Giovedì 17 Gennaio 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Frosinone: figlio detenuto in gravi condizioni, il padre si incatena davanti al tribunale

PDF Stampa
Condividi

tg24.info, 9 gennaio 2019

 

Il figlio detenuto versa in gravi condizioni di salute, il padre per protestare contro quel regime carcerario che sta uccidendo il suo ragazzo, si incatena davanti ai cancelli del tribunale di Frosinone. L'increscioso episodio si è verificato ieri mattina. Gianni Cupido padre di Diego, condannato a 18 anni di reclusione per il processo "Gli intoccabili" è disperato.

Il figlio da circa un anno non deambula più. Da alcuni giorni ha anche smesso di alimentarsi. "Se non verrà trasportato in un centro ospedaliero specializzato, mio figlio morirà. Ed io non voglio perderlo in questo modo". Diego Cupido ieri mattina è arrivato in tribunale con una ambulanza. L'uomo ha voluto essere presente alla prima udienza del processo "Firework" dove lui in questa vicenda era stato denunciato a piede libero per spaccio di droga. Al momento il detenuto che ha perso oltre quaranta chili si trova nel carcere di Secondigliano. Tutte le indagini diagnostiche a cui è stato sottoposto non hanno fatto emergere alcuna patologia circa la sua impossibilità a deambulare. A seguito di questa immobilizzazione però, ha riportato una atrofia muscolare. Il padre, la moglie ed i suoi sei figli adesso sperano soltanto nella clemenza dei giudici.

 

 

 



06


06

 

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it