Giovedì 21 Marzo 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Castrovillari (Cs): mimose alle detenute, il dono del Vescovo Savino

PDF Stampa
Condividi

di Domenico Marino

 

Avvenire, 9 marzo 2019

 

"A te donna, prigioniera del male che ti colse da colpevole o vittima, ridotta a giorni da scontare in detenzione: un rametto di mimosa con il profumo della primavera ti rechi l'annuncio del riscatto pagato per te e tutti da Gesù, il Signore, trafitto sulla croce. Ogni colpa è redenta la libertà restituita e garantita. Anche tu, figlia dell'unico Padre, sei beata!".

Lo ha scritto il vescovo di Cassano all'Jonio, Francesco Savino in un messaggio che ha consegnato ieri mattina alle detenute del carcere di Castrovillari, dove il presule si reca spesso. In occasione della festa della donna, il vescovo Savino ha portato nel penitenziario anche mazzi di mimose. Negli anni passati aveva ricordato l'8 marzo sulle strade della Piana di Sibari, tendendo la mano alle troppe ragazze che vendono il loro corpo per poche decine di euro.

"Cara sorella, la Chiesa di Cassano è anche con te, se vuoi. Con tutte voi per segnare una svolta e dare inizio a un percorso di liberazione. Sottrarsi alla violenza di cui sei vittima", era scritto per offrire loro un'occasione di tirarsi fuori dal gorgo della prostituzione. Come certamente significativa è stata la Lettera che il vescovo di Cassano all'Jonio ha dedicato per questa Quaresima al tema "la Croce di Cristo, essenza delle Beatitudini".

 

 

 

06


06


06

 

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it