Domenica 21 Ottobre 2018
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Carceri. Filomena Albano (Garante Infanzia), "attenzione sempre costante"

PDF Stampa
Condividi

agensir.it, 10 settembre 2016

 

"Attenzione sempre costante al pianeta carcere, ragionando e intervenendo a tutela dei diritti di bambini e adolescenti, senza mai rinunciare al loro recupero". Nella settimana che ha visto la firma della Carta a favore dei figli dei genitori detenuti, con il rinnovo del protocollo tra autorità garante, ministero della Giustizia e Bambinisenzasbarre onlus, Filomena Albano, garante per l'infanzia e l'adolescenza, riporta l'attenzione a iniziative e avvenimenti legati al mondo del carcere che coinvolgono, in diverso modo e a diverso titolo, le vite di bambini e adolescenti. Il "pianeta carcere", infatti, è un ambito importante, tra gli innumerevoli temi di interesse dell'autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, sia quando si tratta del mantenimento di legami affettivi tra figli e genitori detenuti sia quando si tratta della detenzione delle persone di minore età.


In merito ai casi registrati negli scorsi giorni di rivolte all'interno di un carcere minorile - dove sono compresenti sia adolescenti sia giovani adulti - "vi è la necessità di bilanciare due fattori: da un lato la prevenzione di fattori di rischio, a partire dal fenomeno dell'emulazione da parte dei minorenni, dall'altra, la necessità di consentire la continuità de percorso educativo anche alle persone di minore età che siano divenute maggiorenni e, ancora, le esigenze di prossimità, vale a dire la vicinanza dell'istituto di detenzione ai luoghi di riferimento affettivo dei diretti interessati, con l'opportunità di non favorire la continuità di relazioni insalubri".
Il bilanciamento si realizza differenziando i percorsi pur all'interno dello stesso istituto penitenziario, agendo su progetti educativi individualizzati, prevedendo spazi "dedicati", personale specializzato e risorse per i progetti di inclusione sociale. Per la garante, occorre valorizzare le buone prassi che esistono in diversi istituti attraverso la collaborazione istituzionale, già sperimentata con la firma della Carta dei figli dei genitori detenuti.
Da lunedì esame in Aula per il ddl penale, i grillini tenteranno di minare l'intesa

 

 

Carfagna (Fi): situazione preoccupante minorili Sud, da Nisida parte mia verifica

 

"Presenterò un' interrogazione parlamentare sulla condizione delle carceri minorili al Sud e intendo verificare personalmente lo stato dei luoghi, incontrando ragazze e ragazzi. Inizierò dal carcere di Nisida, dove sarò in visita tra qualche giorno". Così Mara Carfagna, deputata e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia. "Sono molto preoccupata -aggiunge- per i dati diffusi dalla stampa. Una fotografia impietosa e allarmante anche in questo caso di un'Italia divisa a metà, con il Centro-Nord da una parte e il Sud dall'altra. Manterrò alta l'attenzione sulla carenza delle strutture penitenziarie minorili nel Mezzogiorno e sull'offerta inadeguata all'esigenza di rieducare i minori, che -conclude- dev'essere la priorità delle istituzioni locali e dello Stato".

 

 

 



06


  06

 

06

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it