Sabato 23 Marzo 2019
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Avellino: "sanità negata al carcere di Bellizzi", l'sos di Ciambriello

PDF Stampa
Condividi

di Paola Iandolo

 

ottopagine.it, 5 gennaio 2019

 

La visita del Garante dei detenuti al penitenziario di Avellino. Il suo appello all'Asl. "Nella mia visita di oggi nel carcere di Avellino ho verificato ancora una volta, ascoltando diversi detenuti, che al centro delle criticità vi sono spesso i medesimi temi: la sanità negata e la rigidità, i tempi lunghi nelle decisioni del Tribunale di Sorveglianza. Mancano gli infermieri, medici specialisti, gli psichiatri ed il medico del reparto per i tossicodipendenti. Chiedo ai Dirigenti dell'Asl di intervenire; alcune volte i detenuti attendono mesi per visite specialistiche e ricoveri ospedalieri". Così la denuncia del Garante Campano dei Detenuti, Samuele Ciambriello.

Oggi presso la sala teatro del carcere di Avellino si è tenuta la rappresentazione teatrale "i conti sbagliati" organizzata dalla Associazione il Faro, il cui presidente è Anna Ansalone, nell'ambito del progetto "far-musica". Tale rappresentazione ha visto partecipi la compagnia "La Fermata" e 12 detenuti dello stesso istituto. Erano presenti, oltre al Garante Regionale dei detenuti, il Direttore dell'istituto Paolo Pastena, il comandante Attilio Napolitano e la responsabile dell'area educativa Angela Ranucci. Ha assistito alla rappresentazione teatrale una delegazione di Detenuti del nuovo padiglione. Subito dopo il Garante Ciambriello si è recato presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere per partecipare all'annuale pranzo Natalizio promosso dalla comunità di Sant'Egidio.

 

 

 

06


06


06

 

 

 06

 

 

murati_vivi

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it