Domenica 18 Febbraio 2018
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage

Login



 

 

Sulmona: stop a ulteriori arrivi di detenuti e progressivo sfollamento delle sezioni comuni

PDF Stampa
Condividi
Il Messaggero, 16 giugno 2010

Stop ad ulteriori invii di detenuti e progressivo sfollamento delle sezioni comuni, ma soprattutto via libera da parte della Asl all’istituzione di un servizio aziendale di medicina penitenziaria. Qualcosa comincia a muoversi fuori dal carcere di via Lamaccio a cui l’amministrazione ha garantito, con una circolare, prossimi interventi relativamente alla chiusura della casa lavoro e alla ricollocazione degli internati in altre strutture, nonché il potenziamento dell’organico di polizia penitenziaria.
Moderatamente soddisfatta la Uil, che ha riavviato le trattative sindacali interrotte qualche mese fa e che aspetta ora “fatti che al momento, a dir la verità, non ancora si vedono. Va da sé - scrive Mauro Nardella, vice segretario regionale del sindacato - che la circolare emanata dal competente ufficio ci rende cautamente ottimisti. Il potenziamento dei ruoli dei sovrintendenti e degli agenti/assistenti uniti alla chiusura della casa di lavoro potrebbero finalmente allontanare lo spettro del collasso che una struttura come quella sulmonese ha più volte sfiorato e che grazie solo al notevole senso di abnegazione e al forte spirito di sacrificio del personale di stanza presso l’istituto peligno si è evitato. La direzione ha trovato il coraggio - aggiunge Nardella - di affrontare con criterio vecchie questioni quali il pagamento degli arretrati degli straordinari e soprattutto delle missioni”.
 

 

 

 

 

 

Federazione-Informazione


 

5permille




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it