Giovedì 21 Gennaio 2021
Redazione
Direttore
Ristretti come Homepage


sito

storico

Archivio storico

                   5permille

   

 

Login



 

 

Bei e ministero della Giustizia insieme per promuovere l'inclusione sociale dei detenuti PDF Stampa
Condividi

di Cristina Barbetta

 

Vita, 21 gennaio 2021

 

È la prima partnership in Ue tra la Banca europea per gli investimenti (Bei) e il ministero della Giustizia, finalizzata al sistema penitenziario. Mira a ridurre il tasso di recidiva degli ex detenuti e a garantire il loro reinserimento sociale e lavorativo, attraverso nuove soluzioni di finanziamento.

Leggi tutto...
 
Le inconsistenti polemiche contro "Report" PDF Stampa
Condividi

di Franco Insardà

 

Il Dubbio, 21 gennaio 2021

 

"Il coraggio di Report di affrontare il carcere senza inutili dietrologie". Così, in maniera quasi profetica, avevamo titolato l'articolo sulla trasmissione messa in onda da Rai3 lunedì scorso e dedicata al carcere. Eh sì, perché dopo tanti anni in cui questo giornale quotidianamente si interessa dell'universo penitenziario, ci siamo resi conto che gli argomenti trattati danno fastidio, ai più. Le nostre inchieste, le denunce e le storie hanno spesso sollevato polemiche, interrogazioni parlamentari e tenuto acceso un faro su tutto quello che succede all'interno delle carceri italiane: dal sovraffollamento alle precarie condizioni sanitarie, dalla limitazione dei diritti dei detenuti al difficile contesto nel quale operano gli agenti di Polizia penitenziaria.

Leggi tutto...
 
Morte in carcere: le domande sono più importanti delle risposte PDF Stampa
Condividi

di Carmelo Musumeci

 

osservatoriorepressione.info, 21 gennaio 2021

 

Penso che il senso di umanità e i diritti civili non si dovrebbero fermare davanti alle porte di un carcere. Un paio di giorni fa, nel programma di Rai 3 "Report", si è parlato di carcere. La trasmissione, ovviamente, non ha potuto dare risposte, quelle aspettano alla magistratura, però credo abbia stimolato molte domande negli spettatori, anche a quelli che dicono: "Fateli marcire in galera/Sé la sono cercata/Ai morti chi ci pensa?/Ci dovevano pensare prima "ecc.. Speriamo che qualcuno di loro che ha visto la trasmissione si chieda come mai i detenuti imbottiti di metadone non siano stati soccorsi e portati all'ospedale, ma, invece, trasferiti in altri carceri e portati nelle celle di punizione.

Leggi tutto...
 
Nuove carceri? Purché si capisca che la reclusione dev'essere l'extrema ratio PDF Stampa
Condividi

di Osservatorio Carcere Ucpi

 

Il Dubbio, 21 gennaio 2021

 

Era il 1948, quando i padri costituenti scrissero nella nostra Carta che "le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato". Una frase chiara che non si presta a pluralità di interpretazioni. Innanzitutto la potestà punitiva dello Stato va esercitata con modalità diverse, di cui il carcere rappresenta la più grave, ma non l'unica. Si ha, dunque, "certezza della pena" anche scontando altre sanzioni. Le stesse "misure alternative" lo sono. Esse, infatti, contribuiscono a scontare la pena.

Leggi tutto...
 
Ogni giorno tre innocenti finiscono in cella PDF Stampa
Condividi

di Claudia Osmetti

 

Libero, 21 gennaio 2021

 

In dodici mesi mille casi conclamati di carcerazioni illegittime. Lo Stato ha sborsato 45 milioni in indennizzi. Giustizia che sbaglia, giustizia che paga. Nel 2019 (ultimo dato disponibile) i casi accertati di ingiusta detenzione nel nostro Paese sono stati mille: numero tondo e in linea, purtroppo, con la media degli ultimi anni (che si assesta a 1.025).

Dietro alla cifra ci sono un migliaio di storie, di uomini e donne innocenti finiti, loro malgrado, in un vortice di tribunali, avvocati e scartoffie alla bisogna. Quando va bene.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

 

 

 

Federazione-Informazione




Tutti i diritti riservati - Associazione "Granello di Senape" Padova Onlus - C.F. 92166520285 - Powered by amani.it